Sabato, 27 Ottobre 2007 10:30

Dichiarazione di Marina Calderone, Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine, sulla circolare sui Ced

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine vigila sull'esercizio abusivo della professione;  tutela gli interessi della collettività che deve ricevere servizi da soggetti all'uopo legittimati dalle norme di legge vigenti - dichiara Marina Calderone, presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine -. La circolare del Ministero del lavoro in materia di vigilanza sull'attività dei Ced va nella direzione giusta e non lascia spazio ad interpretazioni. L'attività dei Ced è dunque circoscritta al mero calcolo e stampa , cioè alle attività materiali e non intellettuali. Per la prima volta vengono regolamentate ed esplicitate le attività accessorie, che vengono correttamente individuate nella mera consegna della documentazione elaborata. Tutto il resto che sta a monte e a valle era ed è esclusiva competenza dei consulenti del lavoro e degli altri professionisti ordinistici. È dunque chiaro e ribadito che assunzioni, licenziamenti, contratti, gestione dei rapporti di lavoro e dinamiche aziendali in genere devono essere trattati dai consulenti del lavoro, nell'ambito della loro esclusiva attività professionale. Ci piace sottolineare altresì l'attività del Ministero del lavoro che va nella direzione della cultura della legalità